Fiori di Bach, consulenze e storia

da Surya Devi

Lavorare sulla MAPPA NUMEROLOGICA con Fiori di Bach e Archetipi.

(Consulenze individuali RICEVO su appuntamento nel mio studio in provincia di Parma)

Considero importante, per chi è interessato a lavorare in modo pratico sulla propria Mappa Numerologica (Tema Natale e Karam Kriya) considerare un approccio diretto per stabilire insieme un percorso di riallineamento trasformativo collegato ai valori della mappa elaborata, più precisamente si tratta di prendere appuntamento per stabilire un incontro e lavorare con i Fiori di Bach e gli Archetipi personali.

Molti mi chiedono come poter attivare la propria mappa natale (la teoria non è sufficiente) in particolare modo per quanto riguarda: Il Karma – Le Ombre – Il Destino e le Sfide, ma il lavoro si può estendere via via e ampliarsi a seconda della necessità del momento.

Possibile farlo?

Certamente sì e con grandi risultati, chiaramente i risultati sono pari all’impegno e all’intenzione della persona di occuparsi con volontà e determinazione alla propria crescita evolutiva, per “lavorare” in modo partecipato e attivo, è un cammino: In Presenza.

Come si svolge la consulenza, sintesi:

  • Per prima cosa si Elabora il TEMA NATALE
  • Successivamente si concorda un appuntamento nel mio studio in prov.di Parma contatto Whatsapp 335.6243839 mail: surya.devi@virgilio.it
  • Selezione accurata dei Fiori di Bach personalizzati (max 7)
  • Analisi degli Archetipi personali collegati alla Mappa Numerologica
  • Analisi degli Archetipi energetici (Alleati) Animali Totem
  • Disamina generale e dettagliata: file vocale che sarà inviato al consultante.

I Fiori hanno l’effetto di un brano musicale o di altre cose meravigliose che hanno il potere di ispirarci, possono rinforzare le nostre energie e avvicinarci alla nostra Anima.

Grazie a ciò ci sentiamo rilassati e liberati dalla nostra sofferenza.

I rimedi floreali innondano il nostro corpo con le vibrazioni del nostro io più profondo alla cui presenza le disarmonie si sciolgono come neve al sole

 

(Dr.Edward Bach)

Dr. Edward Bach

La scoperta dei Fiori di Bach nasce dagli studi del Dr. Edward Bach.

Nato il 24 settembre 1886 a Moseley nei pressi di Birmingham.

Era il primo di tre figli in una famiglia di origine gallese.

All’età di 17 anni decise di interrompere gli studi e di lavorare nella fabbrica di ottone del padre per essere indipendente.

Vivendo a contatto con gli operai, ascoltando i loro problemi, anche di salute, inizio a interessarsi allo studio della medicina dedicando la vita alla ricerca,  decise quindi di riprendere gli studi e si iscrisse alla facoltà di medicina dell’Università di Birmingham dove si laureò nel 1913.

Nello stesso anno inizia a lavorare presso University College Hospital di Londra, qui ottiene l’incarico di responsabile del pronto soccorso e in  un secondo momento responsabile del reparto di chirurgia d’urgenza al National Temperance Hospital.

Dopo poco tempo inizia a essere insofferente nel suo lavoro perché si rende conto dei limiti della medicina tradizionale, che teneva in considerazione solo la malattia fisica e non l’aspetto più profondo collegato all’anima, all’esistenza e ai disagi psico- emozionali.

Decise così di abbandonare la carriera di chirurgo e inizia a occuparsi di batteriologia E immunologia ottenendo importanti successi: riuscì a collegare alcuni batteri intestinali con alcune malattie croniche cosa che lo porteranno, negli anni successivi, a importanti scoperte.

1914

Scoppia la prima Guerra Mondiale alla visita di leva, Edward Bach viene riformato a causa delle sue precarie condizioni di salute.

Nonostante questo viene nominato responsabile di oltre 400 posti letto per i reduci di guerra presso l’ospedale universitario,  oltre al lavoro al reparto di batteriologia e quello di assistente presso l’ospedale.

La condizione lavorativa molto frenetica e pressante lo debilita notevolmente, nel 1917 un’emorragia e scopre di avere un tumore, viene operato d’urgenza, i medici gli danno pochi mesi di vita (aveva 31 anni).

Rendendosi conto che non ha più tempo dopo un breve periodo di depressione si butta totalmente nel lavoro per cercare di portare a termine i suoi studi e progetti.

Nel frattempo i mesi erano ampiamente passati e la sua malattia regredita.

Edward Bach concluse che lo spirito positivo e la grande voglia di vivere erano fondamentali per il processo di guarigione e che l’interesse e il  grande Amore con  finalità precisa erano fattori decisivi per la felicità dell’uomo sulla Terra.

1919 (suo Anno Emblematico Numerologico)

Inizia a lavorare come batteriologo presso Homeopathic Hospital, qui conobbe meglio il lavoro di Samuel Hahnemann  il padre dell’Omeopatia.

Ne rimane affascinato studiando il suo “ORGANON”.

1922

Si trasferisce presso un laboratorio di Londra per proseguire le sue ricerche dedicandosi anche alle persone che non potevano permettersi un medico.

1924

Pubblica uno studio dal titolo Intestinal Toxaemia in its relation to the cancer (la tossemia intestinale nella sua relazione con il cancro).

Nonostante la sua fama mondiale, Edward Bach non è soddisfatto perché desiderava trovare qualcosa di diverso, qualcosa che andasse oltre la malattia e quindi inizia cercare rimedi alternativi universali e naturali,  studiando le proprietà delle piante.

1928

 mentre era del Galles,  accadde qualcosa di importante.

Era a una festa, si accorse,  osservando le persone,  che queste potevano essere raggruppate in gruppi omogenei psicologici che potevano reagire nei confronti delle malattie in maniera simile: l’umanità è  composta da un preciso numero di gruppi tipologici,  affermava.

Dopo quella sera i pazienti saranno considerati in modo differente e i rimedi somministrati in base al loro carattere.

Verso la fine del 1928 inizia a preparare I primi rimedi di base dei fiori:

Impatiens (IMP)

Mimulus (MIM)

E poco più tardi Clematis (CLE)

Li prescriverà ai pazienti in base al loro profilo psicologico ottenendo risultati straordinari.

Proprio in quegli anni si rese conto di avere doti sensitive e pranoterapeutiche iniziò così a curare le persone con la semplice imposizione delle mani.

1930

Si trasferisce nella campagna gallese, inizia una nuova vita immersa nella Natura.

Dedica molto tempo a passeggiare in solitudine e inizia a percepire/sentire le proprietà terapeutiche delle piante.

Nascono altri rimedi (6):

Chicory (CHI)

Agrimony (AGR)

Vervain (VER)

Cerato (CER)

Centaury (CER)

Scleranthus (SCL)

Arriva ad avere 9 rimedi.

Per la loro preparazione utilizza un nuovo sistema, quello della SOLARIZZAZIONE per  trasferire le vibrazioni del fiore nell’acqua Dove sono poste le corolle.

1931

Pubblica il suo volume Heal Thyself (Guarisci Te stesso),  un libro che ha decretato la nascita della floriterapia.

Nello stesso anno scopre gli ultimi 3 rimedi della serie:

12 Guaritori:

Water Violet (WVI)

Gentian (GEN)

Rock Rose (RRO) 

Rischia la radiazione perché tutto ciò che lui aveva studiato e reso pubblico era in forte contrasto con la medicina tradizionale, inoltre lui consentiva persone non laureate in  medicina di usare sui metodi di cura insegnando loro come fare.

Poco tempo dopo venne radiato.

A questo reagì dicendo che rinunciava con gioia al titolo di medico per essere un semplice erborista interessato ad alleviare le sofferenze delle persone, proseguì senza sosta nel suo cammino di studio e ricerca.

1933

Scopre altre tre rimedi

Wild Oat (WOA)

Olive (OLI)

Vine (VIN)

Sempre in quel periodo elaborò Rescue Remedy.

1935:

Scopre altri due rimedi:

Cherry Plum (CHP)

Star of Bethlehem

Nell’arco di pochi mesi scopre i restanti 19 fiori.

1936

Pubblica il libro: The Twelve healers and other remedies:

(I 12 guaritori e altri rimedi)

In quel periodo si rese conto che il suo lavoro era finito, inizia a formare i suoi assistenti così da lasciare alle generazioni future tutte le informazioni e gli studi che aveva fatto,  affinché nulla andasse perduto e tutti potessero beneficiarne.

Edward Bach lascia il corpo il 27 novembre del 1936 all’età di 50 anni.

Dopo la sua morte, in particolare Nora Weeks e Victor Bullen (suoi assistenti) fondarono il Bach Center nella sua casa nell’Oxfordshire dove tuttora esiste la sede.

Brevi NOTE NUMEROLOGICHE Interessanti su Edward Bach:

24/9/1886 Data di Nascita

Destino 11 Numero Maestro – Sensitivo – Medianico – Universale

Forza 33 Numero Maestro – Maestro d’Arte e d’Amore Universale

Anno Emblematico 1919

You may also like

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: